• Image

GDPR: Scopri cosa c’è da sapere sul nuovo regolamento sulla privacy

Il 25 maggio 2018 è entrato in vigore in tutti i paesi Ue il GDPR 2018, il nuovo Regolamento europeo in materia di trattamento dei dati personali, 2016/679. Si tratta di una data importante per tutti i professionisti, agenti, manager ed imprenditori che, a vari livelli, hanno a che fare con i dati personali dei loro clienti e con il loro trattamento.

COS’È IL GDPR

Il cosiddetto GDPR è la più grande revisione delle norme sulla privacy online sin dalla nascita di Internet, che darà ai cittadini europei il diritto di sapere quali dati sensibili sono memorizzati su di essi e tutelerà il diritto di vederli cancellati.

Per dati sensibili si intendono le informazioni che possono rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, lo stato di salute, la vita sessuale e le abitudini economico commerciali che rientrano nei consumi quotidiani e saltuari.

Il regolamento generale sulla protezione dei dati (General Data Protection Regulation- Regolamento UE 2016/679) è un regolamento con il quale la Commissione europea vuole rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati personali di cittadini sia all’interno che all’esterno dei confini dell’Unione europea.

Il nuovo regolamento in materia dei dati personali conferisce ai regolatori il potere di multare le multinazionali fino al 4 per cento del loro fatturato globale o 20 milioni di euro se non rispetteranno  i severi requisiti di protezione dei dati.

Scopri l’OTTIMO RAPPORTO qualità prezzo di Wind Tre Business.

Potrai acquistare un telefono di ultima generazione a rate e attivare una offerta business a partire da 15€.

Solo per i possessori di Partita Iva.

 

COSA CAMBIA REALMENTE DAL 25 MAGGIO 2018

Per tutti i dati sensibili sarà necessario un consenso esplicito dell’interessato. Per quanto riguarda i minori, il consenso sarà considerato valido a partire dai 16 anni, prima di quell’età il consenso deve essere espresso da un genitore o da chi ne fa le veci.

Proprio come nelle normative sulla privacy precedenti, il consenso deve essere libero, specifico, informato e non tacito o presunto, oltre che inequivocabile.

I consensi raccolti prima del 25 maggio saranno considerati validi se conformi a quanto prescritto dal nuovo regolamento, altrimenti dovranno essere di nuovo raccolti.

Il nuovo regolamento europeo esplicita in maniera più puntuale e ampia rispetto alle norme precedenti, tutto ciò che deve essere contenuto sull’informativa sulla privacy. Questi sono gli elementi che non potranno mancare:

  • i dati di contatto del Responsabile della protezione dei dati (Data Protection Officer);
  • la base giuridica del trattamento;
  • l’interesse legittimo;
  • se è previsto un trasferimento di dati personali in Paesi terzi e, se sì, con quali mezzi;
  • il periodo di conservazione dei dati;
  • l’esposizione del diritto di presentare un reclamo all’autorità di controllo;
  • l’indicazione della logica dei processi decisionali impiegata e le conseguenze per l’interessato, nei soli casi in cui il trattamento concerna processi decisionali automatizzati come, ad esempio, la profilazione.

Grazie a questo nuovo regolamento, i cittadini europei hanno un controllo maggiore sul modo in cui aziende e gli enti pubblici utilizzano le informazioni, e i dati sensibili, raccolti dagli utenti.

CARATTERISTICHE PER LA CREAZIONE DI UNA INFORMATIVA PRIVACY 2018

  • forma concisa
  • trasparente
  • intelligibile per l’interessato
  • facilmente accessibile
  • scritta con un linguaggio chiaro e semplice

Anche tu sei una persona molto attenta alla sicurezza? La sicurezza di iPhone è tra le migliori al mondo.

Per la precisione, quella di Apple è “l’organizzazione di sicurezza più efficace al mondo”. A dirlo sono stati alcuni sviluppatori della stessa azienda, nell’ambito di una conferenza stampa di natura tecnica. Gli specialisti Apple hanno spiegato che su un iPhone la sicurezza è organizzata su diversi livelli, alcuni dei quali sono specifici dell’hardware Apple.

 

Se ti interessa questo prodotto chiedi una consulenza a Business Advosor 2.0

Potrai accedere ad una  offerta personalizzata.

Passando a Wind tre business potrai acquistare il tuo nuovo iPhone a rate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *