• Image

FATTURA E SMARTPHONE, ECCO LE 5 REGOLE PER EVITARE SORPRESE

Chi nella propria esperienza di fruizione di servizi di telefonia non ha mai avuto sorprese in fattura? E’ capitato a tutti e con qualsiasi operatore. I motivi per cui ciò accade possono essere diversi.

Ci sono operatori ad esempio che approfittando della propria posizione dominante propongono tariffe a prezzo apparentemente basso che offrono solo servizi base e di conseguenza l’aggiunta di qualche GB o di un opzione utile per l’imprenditore può costare anche più della tariffa stessa. Ci sono servizi a pagamento e costi nascosti. Insomma nella giungla della telefonia non è facile orientarsi.

Ho riassunto in questo articolo 5 regole che possono se non azzerare completamente, almeno ridurre del 90% la probabilità di incappare in sorprese non gradite.

Occhio ai costi di attivazione
Quasi tutti gli operatori, oltre al costo della Sim, applicano un ulteriore costo di attivazione che va dai 3 ai 9 euro. Questo accade spesso per l’attivazione di offerte Consumer (uso privato) è raro nelle offerte aziendali.

Vincoli troppo lunghi a fronte di una convenienza a breve termine
Spesso mi sono imbattuto in offerte della concorrenza che offrivano a breve termine uno sconto sull’acquisto del cellulare o del modem per l’ADSL ma che vincolavano il cliente a 36 o addirittura 48 mesi (offerta di TIM). Oggi grazie ad una nuova normativa, recepita da poco, non si possono più applicare vincoli superiori ai 24 mesi per i Contratti Business con l’acquisto di Smartphone.

Disattivare i servizi a pagamento
La prima cosa da fare quando si attiva un contratto è disattivare i servizi a pagamento che si attivano cliccando involontariamente banner pubblicitari. Chiamate il vostro servizio clienti e fatevi attivare il blocco ai servizi.
Io consiglio sempre anche di disattivare manualmente alcuni servizi come la Segreteria Telefonica che oggi difficilmente viene utilizzata ma che spesso involontariamente viene consultata, a pagamento! Se ritenete che non sia utile ricordatevi di disattivare anche il Ti Ho Cercato. In entrambi i casi, questo tipo di servizi si disattiva digitando una semplice stringa sul proprio cellulare e schiacciando INVIO come se si volesse fare una chiamata. Ho scritto un articolo proprio su questo argomento che puoi consultare qui

Controllare i costi generati e le soglie del proprio piano tariffario sulla App da Smartphone
Questa aimè è una “buona abitudine” che ancora oggi molti clienti stentano a praticare. Una volta che si attiva il contratto e si completa la portabilità del proprio numero CONSIGLIO VIVAMENTE DI SCARICARE L’APP del proprio gestore per tenere sotto controllo le soglie ed eventuali costi extra generati. Vi posso assicurare che con un semplice click riduciamo del 90% le probabilità di trovare sorprese in fattura. Anche in questo caso per i clienti Wind Tre Business ho creato un articolo ad hoc in cui spiego come si scarica e come si utilizza la nostra APP

Affidarsi ad un consulente che vi curi anche nella fase del Post-Vendita
Questa è la regola che ritengo essere la più importante! Durante questi anni di attività, ho riscontrato che prima o poi un problema, un equivoco o un disservizio possono capitare, in questi casi la differenza la fa il fatto di avere una persona con cui confrontarsi. Come un buon meccanico o un buon commercialista il consulente preparato ed onesto ti può aiutare a risolvere un problema che sembrava insormontabile.
Come dico sempre ai miei clienti: “io non faccio miracoli, ma se hai un problema o un dubbio io ci sono! E farò di tutto per aiutarti a risolverlo”. La cosa migliore è quando un consulente ha delle referenze che parlano per lui. Per questo motivo sul mio sito ho pubblicato alcune referenze di Imprenditori e Professionisti che si sono affidati a me e che sono soddisfatti della mia CONSULENZA.

 

 

Spero di esserti stato utile in qualche modo. Se hai bisogno di una consulenza o un’analisi della tua fattura Vodafone o TIM, contattami pure o lascia i tuoi riferimenti per essere contattato, la prima consulenza è gratuita.

Scopri di più! 

Ciao
Alberto Faiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *